CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i Forum
 Oggi in Montagna
 Regole e Regolamenti
 SICUREZZA percorsi, ipotesi e suggerimenti

Nota: Devi essere registrato per poter rispondere.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è GRATUITA!

Dimensioni video:
Nome Utente:
Password:
Modalità Formato:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Allinea a sinistraCentratoAllinea a destra Linea orizzontale Inserisci HyperlinkInserisci EmailInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista
   
Messaggio:

* HTML disabilitato
* Codice Forum abilitato
Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]

 
   

C O N T R O L L A    D I S C U S S I O N E
pietris Inviato - 10/09/2007 : 19:16:51
Su gentile richiesta di dipsacus, apro questo topic per cercare di coinvolgere tutti, organizzatori, piloti, addetti ai lavori e semplici appassionati......
Partendo da questo presupposto. Medie di percorrenza sempre più alte, record che scricchiolano..... percorsi in qualche occasione non all'altezza!
Cosa avreste in mente di fare per rendere ogni gara la più sicura possibile..... per piloti, pubblico ed addetti ai lavori....
Vediamo quante persone sono interessate alla sicurezza e quante invece ai record ad ogni costo....
Alla fine trarremo le conclusioni, anche se devo dirvi la verità ho aperto questo topic con molto scetticismo......, ma speriamo di sbagliare.

Ciao
15   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
CALIBRA16V Inviato - 20/06/2024 : 16:17:36
Tutto chiaro, grazie.
GIAN Inviato - 20/06/2024 : 15:34:07
non ho dati chiari al riguardo. Dalla mappa si possono presumere le postazioni che dovrebbero essere ogni 1,610 km ma non ne ho certezza. Lungo il percorso ci sono 5 postazioni mediche e un elicottero che sorvola costantemente il percorso durante la gara.

Da quanto sentito, anche in caso di incidenti gravi, paiono sempre piuttosto celeri ed efficaci nel loro lavoro.
Legalino Inviato - 20/06/2024 : 12:04:43
Citazione:
Messaggio di CALIBRA16V

Buondì egregio, tu che sei più esperto di me...domandona :
-alla Pikes Peak le postazioni dei commissari ogni quanti chilometri sono posizionate ?
Grazie per la risposta che vorrai accordarmi.



Mi sa che hai sbagliato interlocutore, ovvero una domanda del genere è da rivolgere a Gian o, perlomeno, ad un mciaghi, sempre nella misura in cui continui a destinare l'Egregio esclusivamente a me, come finora avveniva
CALIBRA16V Inviato - 20/06/2024 : 10:34:36
Buondì egregio, tu che sei più esperto di me...domandona :
-alla Pikes Peak le postazioni dei commissari ogni quanti chilometri sono posizionate ?
Grazie per la risposta che vorrai accordarmi.
CALIBRA16V Inviato - 14/05/2024 : 14:19:39
Pila di gomme di protezione sulla sede stradale...
Legalino Inviato - 14/05/2024 : 13:40:27
Citazione:
Messaggio di CALIBRA16V

Grave che, nella gara di Fasano, valida per il campionato di eccellenza della specialità il buon Fazzino si sia trovato in una situazione piuttosto pericolosa...



Quale?!
CALIBRA16V Inviato - 13/05/2024 : 21:47:53
Grave che, nella gara di Fasano, valida per il campionato di eccellenza della specialità il buon Fazzino si sia trovato in una situazione piuttosto pericolosa...
CALIBRA16V Inviato - 07/05/2024 : 13:47:46
A Levico è andata molto bene al conduttore di quella Porsche...naturalmente tutti felici e contenti.
CALIBRA16V Inviato - 17/03/2024 : 07:38:57
A mio modesto parere il tracciato della gara estera teatro dell' incidente, per fortuna senza conseguenze fisiche, di Merli ha gravi carenze per ciò che riguarda la sicurezza. Inviterei gli organizzatori ad impiegare il budget a disposizione non in inviti, rimborsi chilometrici, sfilate pre gara,ecc., ma per migliorare le protezioni lungo la strada...
mciaghi Inviato - 06/01/2024 : 17:34:10
Citazione:
Messaggio di pietris
) .... non si potrebbe contestare nemmeno una strage passatemi la forzatura (????) praticamente?



Unisco la risposta a questo e alla tua risposta che citava Nappi. Ma perchè in Italia c'è questa forma mentis che se a me che vado a fare la Pikes Peak, che SO come è fatta, come è organizzata, succede qualcosa DEVE per forza esserci un responsabile?
Ma non ci potremmo, in questi casi, accontentare di essere noi i responsabili e di aver causato quel danno solo ed esclusivamente per aver deciso di partecipare a quella gara?

Volevo, cinicamente, scrivere qualche esempio, ma anche scrivere di tragedie, in Italia, alla fine diventa un problema.. quindi passo avanti, ma di esempi di gente condannata per fatti occorsi nelle gare ne abbiamo visti tanti.
mciaghi Inviato - 06/01/2024 : 17:26:31
Citazione:
Messaggio di pietris


.... ammesso che il traduttore automatico abbia fatto il suo lavoro in maniera almeno sufficiente penso di trovarmi di fronte al più agghiacciante documento mai letto sulle gare automobilistiche. Opinione mia ovviamente!!!

Il nostro legalino potrà essere più preciso, ma io francamente dubito fortemente sull'efficacia del predetto documento in giudizio. Mi vengono molti dubbi, ma forse la legislazione americana è totalmente permissiva in materia, motivo per cui io NON parteciperei MAI a questa gara!!!

Solo per esempio





quì l'originale inglese.

https://waiver-smartwaiver-com.translate.goog/w/fb93dfxcru1npuud4sf5pw/web/?_x_tr_sl=auto&_x_tr_tl=it&_x_tr_hl=it&_x_tr_pto=wapp
mciaghi Inviato - 06/01/2024 : 17:23:32
Scusatemi ma la differenza, per come la vedo io, è enorme e fondamentale.

In Italia se uno esce di strada e finisce in un burrone, poi cita in giudizio: l'organizzatore della gara che non aveva controllato i guard rail, l'ANAS che non aveva messo guard rail decenti, il muratore che ha fatto il cemento del muretto che ha ceduto, il responsabile della sicurezza, il responsabile del responsabile della sicurezza e anche il padreeterno.

All'estero, e siete liberi di non crederci ma è così, in sostanza ti dicono: queste sono le condizioni. Qualsiasi cosa succeda sono cazzi tuoi. E in quel "qualsiasi" c'è tutto. Anche un pazzo che imbraccia un'arma e fa una strage, come ipotizza Pietris (qui in Italia si andrebbe a vedere chi lo ha fatto entrare alla gara senza perquisirlo ecc...)

Il mio amico che ha fatto il manx GP è tornato dicendo che non avrebbe partecipato al TT proprio per le condizioni di (in)sicurezza. Testuali parole: "non si può andare a 200 all'ora in moto e trovarsi una merda di vacca in mezzo alla strada".

La mia domanda è: quanti piloti, parlando di CIVM, Supersalita e in genere di competizioni italiane, se fosse possibile applicare uno scarico di responsabilità del genere (è impossibile per il nostro sistema giuridico, lo so) NON parteciperebbero alle gare?
pietris Inviato - 29/12/2023 : 19:25:27
Citazione:
Messaggio di star70

Pietris, infatti io ho precisato "in sostanza", cioè non sono andato a fare un'analisi dettagliata dei vari termini cercando di leggere fra le righe come farebbe un qualsiasi avvocato o giudice chiamato ad esprimersi a riguardo.
Ho solo espresso il giudizio del tutto superficiale di una qualsiasi persona che invia l'iscrizione ad una gara e che a malapena legge ciò che firma: in sostanza da noi come da qualsia parte del mondo, l'ente promotore e/o organizzatore dell'evento tende, nei limiti del possibile, a scaricarsi le responsabilità.
Poi sicuramente chi partecipa è consapevole che se corre a Terminillo (solo per fare un esempio) probabilmente, in caso di uscita di strada, non finirà mai in un burrone ... e chi corre la PP è altrettanto consapevole che in caso di uscita di strada a forte velocità quasi sicuramente non troverà guardrail a tenere in carreggiata la sua vettura e quindi ...



star70, d'accordo quasi su tutto quello che scrivi... ovviamente. A me ha fatto fare un salto dalla sedia "il tipo" di linguaggio giuridico usato.... (sembrava qualcosa di non professionale rispetto ai nostri) e perciò avevo detto che forse il traduttore automatico non aveva fatto il suo lavoro
star70 Inviato - 27/12/2023 : 13:54:50
Pietris, infatti io ho precisato "in sostanza", cioè non sono andato a fare un'analisi dettagliata dei vari termini cercando di leggere fra le righe come farebbe un qualsiasi avvocato o giudice chiamato ad esprimersi a riguardo.
Ho solo espresso il giudizio del tutto superficiale di una qualsiasi persona che invia l'iscrizione ad una gara e che a malapena legge ciò che firma: in sostanza da noi come da qualsia parte del mondo, l'ente promotore e/o organizzatore dell'evento tende, nei limiti del possibile, a scaricarsi le responsabilità.
Poi sicuramente chi partecipa è consapevole che se corre a Terminillo (solo per fare un esempio) probabilmente, in caso di uscita di strada, non finirà mai in un burrone ... e chi corre la PP è altrettanto consapevole che in caso di uscita di strada a forte velocità quasi sicuramente non troverà guardrail a tenere in carreggiata la sua vettura e quindi ...
pietris Inviato - 27/12/2023 : 13:29:10
Star70, fermo restando la traduzione automatica (che a me fa pensare a qualche grossolano errore) la differenza è sostanziale, ma se trova fondamento nell'ordinamento giuridico americano alzo le mani.... e francamente ribadisco il concetto..... :

".... NON PARTECIPEREI MAI ...."

) .... non si potrebbe contestare nemmeno una strage passatemi la forzatura (????) praticamente?

Vai all'inizio della pagina CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint - © Cronosprint
Herniasurgery.it | Superdeejay.net | Snitz Forums 2000