CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Oggi in Montagna
 Regole e Regolamenti
 SICUREZZA percorsi, ipotesi e suggerimenti
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 155

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 02/09/2010 :  20:15:05  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Infatti,se ti metti a guardare alla lettera come si fa' a stabilire la sicurezza in tutte le gare????
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 05/09/2010 :  15:46:10  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
cari amici , il discorso sta prendendo una piega assurda...
Allora con lo stesso concetto da oggi chiudiamo il circuito di Misano..... visto il tragico evento di pochi minuti fa.
new jersey continui per svariati km a destra e a manca saranno impossibili da vedere. Ed allora smettiamo le salite, si fa prima a dir cosi'.
cosi' come la battaglia anti esasperazione che io non condivido. O meglio io credo che piu' che sulla potenza le auto, che siano formula o gruppo N, debbano essere valutate per gli standard di sicurezza (materiali, crash test ecc.). Fare la guerra alla f3000 troppo esasperata quando poi si dice nulla sulle decine di OSella storiche che vanno alla stessa velocita' montate su quattro tubi... ed in piu' su percorsi che molto poco vengono attrezzati per la sicurezza visto che si tratta di gare "storiche".... mi sembra un vero controsenso.
Se il mondo delle corse vuol andare avanti bisogna fare passi decisi, sicuri, costanti verso la sicurezza ma NON pretendendo tutto e subito a seconda del fatto del giorno..
Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 05/09/2010 :  17:37:28  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Si pero' queste cose dovevano essere gia' state fatte da parecchi anni,sto' parlando delle chicane,erano state messe per rallentare le velocita' poi siccome in molti sono contrari,anche io lo ero,ma dopo sono aumentate le velocita' e con l'avvento di auto che sappiamo ed allora si dovevano ripristinare queste chicane quando abbiamo visto che negli ultimi anni i tempi scendevano in modo esagerato. Sono contrario a togliere le auto di oggi,perche' piacciano,pero' qualcosa si deve fare e per me la soluzione migliore da fare senza penalizzare,piloti,costruttori e sportivi e' quella di rallentare i percorsi.Comunque in Italia siamo meglio come livelli di sicurezza,ve lo dico io che guardo spesso le gare all'estero.
Torna all'inizio della Pagina

nopper

1782 Messaggi

Inviato il 05/09/2010 :  18:00:40  Guarda il profilo di  Visita il Sito di nopper  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di Marco tutto salite

Comunque in Italia siamo meglio come livelli di sicurezza,ve lo dico io che guardo spesso le gare all'estero.



Quale tipologia di sicurezza? Con gli spettatori travolti oggi alla Catania-Etna, il più grave trasportato con elisoccorso, siamo al TERZO INCIDENTE del 2010 che coinvolge il pubblico nelle Cronoscalate dell'estremo SUD della nostra Penisola...gare dove si sono SEMPRE avuti problemi con la gestione del pubblico.
1- Erice investimento di Antonio Forato al primo tornante
2- Selva di Fasano spettatore colpito (indirettamente) dall'uscita di Lorenzo Mossucca all'ultima curva.
3- Catania Etna travolti e gravemente feriti spettatori da Russo.

Se queste gare non riescono a garantire un livello di sicurezza adeguato per gli spettatori (indipendentemente dal numero,e dalla gestione dello stesso) abbiamo ben poco da insegnare agli altri...
E' l'ora di prendere qualche provvedimento... Di istituire "Zone permesse al pubblico", e di vietare tutto il resto del percorso. E non c'è bosco, abitato, campo che tenga...all'estero viene già fatto, con ogni condizione. L'organizzazione del Trofeo Fagioli, da questo lato, andrebbe presa da esempio...
Torna all'inizio della Pagina

Giaur

3711 Messaggi

Inviato il 05/09/2010 :  19:15:31  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Citazione:
L'organizzazione del Trofeo Fagioli, da questo lato, andrebbe presa da esempio...

A Gubbio gli spettatori si concentrano principalmente negli ultimi tre tornanti ma nella parte bassa e pianeggiante del percorso ci sono due tre punti dove sostano a ridosso dei gard rail o, addirittura, di semplici transenne e se lì, per una qualsiasi dinamica, un'auto andasse fuori farebbe una strage. Poi, stiamo parlandi di 4 km. certamente più facili da mettere in sicurezza e tenere sotto controllo rispetto a ben altre salite come chilometraggio! Per favore, non facciamo esempi! Cerchiamo per conto proprio di fare il possibile con i mezzi che ognuno ha a disposizione, verso quegli organizzatori che su hanno a più diretto contatto. E tutti insieme cerchiamo di sollecitare la federazione ad attivarsi su entrambi i fronti: quello delle potenze delle macchine e quello della sicurezza dei percorsi.

Modificato da - Giaur il 05/09/2010 19:18:49
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 05/09/2010 :  19:34:00  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
Carissimo Marco..... hai scelto il momento sbagliato per dire un'ovvietà.....
Citazione:
...Comunque in Italia siamo meglio come livelli di sicurezza,ve lo dico io che guardo spesso le gare all'estero....


...... ci sono due ipotesi..... non abbiamo lo stesso parametro oppure non abbiamo visto le stesse salite...

In Europa a livello di pubblico sono anni luce avanti .....
La tanto bistrattata Fito.......... vedete i video del 2010..... poi paragonatele allo standard italiano..... per TUTTE le gare ITALIANE e dico TUTTE!!!!!!

Facciamo una figura pessima.... ed in alcune il confronto è proprio improponibile.....

Recuperiamo sulla sistemazione del percorso .... ma le due cose NON possono essere compensate..... e i fatti di CATANIA lo dimostrano chiaramente.....

Comunque siamo italiani..... e a noi piace pensare che il nostro orticello sia il migliore.... fino poi ad arrivare a scoprire che esistono le Catania-Etna di turno....

ANCHE qui ...... mi spiace dirlo......, ERA una questione di tempo!!!!!

Il mio punto di vista in materia è chiaro e lo è da tempo....!!!!

Non bastano le zone vietate, lo dimostrano tra le altre cose le sentenza della CORTE DI CASSAZIONE....., non le chiacchiere di pietris di CRONOSPRINT, si DEVONO far rispettare, se necessario con l'ausilio delle forse dell'ordine!!!!

La responsabilità ricade SEMPRE e comunque sugli organizzatori, quindi se non si riesce a far rispettare le zone vietate...., la gara DEVE ESSERE annullata, sospesa interrotta.... fate voi!!!

Se, come sembra gli spettatori di Catania erano posti in zone vietate e non c'erano alternative per farli spostare la gara NON doveva essere disputata!!!!

Le responsabilità civili..... semplicemente accollate agli imprudenti spettatori......

Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 05/09/2010 :  19:44:32  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Io parlavo dell'allestimento del percorso,in molte salite estere non ci sono neanche i guardrail,ma la differenza tra noi e loro e' che noi dobbiamo fare cosi perche' abbiamo la roccia,loro invece se escono di strada hanno i prati,dopo succede come a ST.Agatha,da noi non sarebbe successo perche' siamo piu' protetti,dopo se parliamo di disciplina del pubblico la cosa cambia,all'estero non si sgarra ti devi mettere a distanza di sicurezza altrimenti non si corre cosa che non avviene qui da noi,ma attenzione non in tutte le gare,in molte vengono rispettate certe regole ed in molte altre purtroppo no.
Torna all'inizio della Pagina

nopper

1782 Messaggi

Inviato il 05/09/2010 :  20:00:29  Guarda il profilo di  Visita il Sito di nopper  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di Giaur
A Gubbio gli spettatori si concentrano principalmente negli ultimi tre tornanti ma nella parte bassa e pianeggiante del percorso ci sono due tre punti dove sostano a ridosso dei gard rail o, addirittura, di semplici transenne e se lì, per una qualsiasi dinamica, un'auto andasse fuori farebbe una strage. Poi, stiamo parlandi di 4 km. certamente più facili da mettere in sicurezza e tenere sotto controllo rispetto a ben altre salite come chilometraggio! Per favore, non facciamo esempi!



Il mio riferimento al Trofeo Fagioli, Giaur, è riferito proprio alle intere fasce di percorso dove al pubblico è interdetto stare. Dalla partenza alla zona del bivio, togli i pochi che si arrampicano in zona Bottaccione (ed i pochi al piazzale del ristorante), vuoi per conformazione geografica, vuoi per direttive molto ferree (fotografi e MEDIA lo sanno bene), non è consentito sostare al pubblico!
Stesso discorso per tutta la zona del bosco che va dal primo tornante a quelli finali (e stiamo parlando di 1 km si strada!).

Ho riscontrato intere sezioni del percorso vietate (ma vietate per davvero) in ben pochi altri percorsi...
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 06/09/2010 :  09:22:48  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
Dopo l'incidente della Catania-Etna, torna prepotente ed irriverente il tema della sicurezza....

Si è scritto che l'organizzazione avrebbe apposto i cartelli di divieto, per le zone NON consentite e che quindi... avrebbe posto in essere le misure cautelari del caso.... insomma si è tranquilli....

Di prima mattina non vorrei essere io a riportarli alla dura realtà.....!!! La verità è un'altra.... Gli organizzatori e gli addetti ai lavori TUTTI, hanno l'obbligo di vigilare se le zone vietate sono rispettate o meno!
La Corte di Cassazione lo ha sentenziato gia nel 2008... e quindi è un dato certo!
Se i malcapitati, ma forse meriterebbero ben atri aggettivi che solo le loro precarie condizioni di salute mi impediscono di scrivere, dovessero adire le vie legali ... forse fra 18 anni potremmo trovarci qui.... per discuterne....

Un dato rimane.....

L'apposizione di cartelli di divieto su tutto il percorso è sicuramente un'arma a doppio taglio....
Se da un lato dovrebbe impedire agli spettatori di sostarvi dall'altr impone che il meccanismo di controllo sia efficace e che dietro ogni cartello non ci sia la faccia di un ignaro (forse???) spettatore....

Di conseguenza..... se le zone vietate, e nel caso specifico sembrerebbero essere la quasi totalità, NON ERANO rispettate la gara NON SAREBBE DOVUTA MAI PARTIRE!!!!!! Aggiungo che come la terza via all'italiana impone, che la Catania-Etna aveva un problema con gli spettatori (numerosissimi ed affezionati) era noto da anni..... ma si è voluto "giocare" sul fatto che tutto era filato più o meno liscio....

E' finito il tempo delle mezze misure e delle cautele...... Se non diciamo le cose come stanno, continueremo a polemizzare DOPO ogni evento luttuoso..... invece di prevenirli.....

Ritorno ancora una volta a prendere d'esempio il FITO, gara da sempre additata da tutti, ed in passato anche da me, come insicura.....
Da un anno, dopo la clamorosa protesta messa in atto dai piloti, gli spettatori si è riusciti in qualche modo a contenerli.....

Concludo....

[edit] .....sono costretto ad editare..... un mio post.....

Modificato da - pietris il 06/09/2010 10:16:02
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 06/09/2010 :  09:27:06  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
.... solo in questo momento apprendo una notizia, che devo verificare!!!

Il post sopra scritto meriterebbe di essere editato in una sua parte essenziale.....

Speriamo solo sia un errore perchè le notizie erano rassicuranti....

Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 06/09/2010 :  09:49:39  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
In una gara di auto in salita, dove erano attesi 80.000 spettatori in 2 giorni......
Torna all'inizio della Pagina

franco

1306 Messaggi

Inviato il 06/09/2010 :  09:54:39  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ciao Pietris, la notizia e' di stamattina ore 09.43

09:43 06 SET 2010

(AGI) - Catania, 6 set. - E' morto uno dei due fratelli coinvolti ieri mattina in un grave incidente, a Nicolosi (Catania), nel corso della 45esima edizione della Corsa dell'Etna. Francesco Zappala', 26 anni, che aveva riportato gravi ferite, e' deceduto un quarto d'ora dopo la mezzanotte. I due stavanno assistendo al gran premio automobilistico che parte dalla centrale piazza dei Pini del comune etneo per arrivare fino a Piano Bottara, dopo circa nove chilometri di percorso: una vettura era piombata su Francesco e sul fratello 21enne, Emanuele, di Gravina di Catania. Il maggiore era stato trasportato con l'elisoccorso all'ospedale Cannizzaro di Catania, ricoverato d'urgenza con un'arteria femorale recisa e numerosi traumi agli arti e all'addome. Il fratello, invece, era stato medicato all'ospedale Garibaldi di Catania per un trauma al bacino: per i medici se la dovrebbe cavare con 40 giorni di prognosi. Secondo alcuni testimoni, l'incidente sarebbe avvenuto un paio di chilometri dopo la partenza. Rocco Russo, in gara nella categoria Sport con il numero 176, non e' riuscito a controllare la sua Renault Clio E3 che, all'altezza del decimo tornante, ha proseguito dritto la sua corsa ad alta velocita', schiantandosi contro un un muretto di contenimento sul quale erano seduti i due giovani spettattori. L'impatto e' stato violento, l'auto ha oltrepassato la recinzione finendo in una scarpata dopo aver colpito violentemente i ragazzi. Sul posto sono intervenuti i volontari di Sicilia Emergenza che hanno coordinato i soccorsi, la polizia stradale e i carabinieri delle compagnie di Paterno' e di Nicolosi. Le indagini dovranno accertare se la causa dell'incidente e' da attribuire all'imperizia del pilota o a un problema tecnico della vettura. (AGI) Cli/Pa/Mrg
Torna all'inizio della Pagina

Ronnie72

1698 Messaggi

Inviato il 06/09/2010 :  10:06:46  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di Ronnie72



14/09/2007

... Completamente diverso è il discorso delle “PROTEZIONE DELLE ZONE ACCESSIBILI AL PUBBLICO” , lì si che si può intervenire, dipende solo dalla volontà, in certi punti, qualora non ci siano protezione adeguate, il pubblico non ci deve stare punto e basta, ... e se cio’ non avviene la Gara non parte, o si sospende, a me è capitato alcune volte di assistere ad appelli del genere da parte degli speaker ... ed il pubblico si è sempre spostato, ripeto dipende solo dalla volontà di applicare il regolamento a riguardo (in questo caso immagino ben chiaro) , oltre cheda da un comune senso di responsabilità.
Vero è che, anche nella stessa gara, ci sono dei criteri di valutazione del rischio non omogenei, forse troppo rigorosi in alcuni tratti, incredibilmente permessivi in altri (con gente appoggiata ai rails ) indubbiamente anche su questo aspetto c’è molto da lavorare .



Come dopo l'incidente della Caprino-Spiazzi che ha visto la scomparsa del giovane Alessandro Roin, preferisco citarmi riesumando un vecchio post di quasi tre anni fa, tanto il concetto è sempre quello, di facile comprensione ma, a quanto sembra, di difficile attuazione, ieri però secondo me siamo andati oltre ... quello che è successo è una tragedia annunciata, basta vedere alcuni camera car delle edizioni precedenti, oltretutto da quello che si è sentito già il sabato ci sono stati non pochi problemi ... e non mi sembra neppure il caso di scaricare tutto sull'incosciente pubblico, le responsabilità sono ben più in alto ed ora i nodi sono venuti al pettine, anche se come al solito era meglio pensarci prima.
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 06/09/2010 :  10:08:26  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
franco, speravo di avere notizie sbagliate......

Grazie
Torna all'inizio della Pagina

Ronnie72

1698 Messaggi

Inviato il 06/09/2010 :  10:13:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
... ho appreso ora la triste notizia .
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 155 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint - © Cronosprint
Herniasurgery.it | Superdeejay.net | Snitz Forums 2000