CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Oggi in Montagna
 Regole e Regolamenti
 SICUREZZA percorsi, ipotesi e suggerimenti
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 155

CALIBRA16V

34259 Messaggi

Inviato il 20/08/2010 :  14:33:20  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Stavolta mi auguro proprio di no' !!!
Torna all'inizio della Pagina

Kinko

1648 Messaggi

Inviato il 20/08/2010 :  17:58:16  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di ZAKSPEED


...le F3000 dovrebbero essere + sicure delle varie pseudo E2 B ed M.......ricordiamoci che se al posto di REGAL ci fosse stata una turismo....sarebbe andata ugualmente...



Ma come puoi stabilire che con una turismo sarebbe stato lo stesso? Una turismo, intanto, sarebbe transitata a 80/100 km/h in meno e poi, che io sappia, le gomme più strette sul bagnato generano meno acquaplaning...una turismo ha un rollbar integrale, una F3000 è come se non lo avesse: la testa del pilota è completamente esposta, in una turismo assolutamente no...una turismo "punta"...si intraversa...magari cappotta e così rallenta in qualche modo la corsa...una F3000 quando perde aderenza vola...guarda gli incidenti in F1 e nelle gare turismo: il comportamento delle auto è completamente diverso...e poi bisognerebbe capire come la macchina ha impattato contro l'albero...ma questi sono discorsi che ormai lasciano il tempo che trovano...Se, come negli Usa, in caso pioggia non si fosse corso, Regal sarebbe ancora qui...dire che è stata colpa delle protezioni assenti è riduttivo...ci sono una serie di fattori che portano a incidenti di questo tipo, non uno solo...
Torna all'inizio della Pagina

Giaur

3711 Messaggi

Inviato il 20/08/2010 :  18:36:41  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Una tratta stradale che fosse impiegata (in alcuni casi da decenni) per una corsa in salita (che in alcuni casi abbia assunto anche risonanza intenazionale se non addirittura entrata a far parte della storia dell'automobilismo) con risvolti positivi anche sull'economia locale, dovrebbe essere considerata dagli enti (e dalla classe politica che arrivi ad amministrarli) preposti alla manutenzione ed al miglioramento, non solo in funzione dell'uso quodidiano (trasporto generico o anche prettamente turistico), ma anche in funzione dell'uso sportivo agonistico che se ne faccia anche in soli 2 gg. Questo credo che sia condivisibile e l'ho detto anche in altra forma e altro topic recentemente e, a mio modesto avviso, se non si partisse da questo presupposto non si arriverebbe ad alcun obbiettivo realmente migliorativo della situazione attuale sulla sicurezza dei percorsi.
Tuttavia, proprio perchè ci troviamo in un campo di risorse limitate, non si può pretendere che vengano adottate in pieno e subito tutte le misure che venissero ritenute più o meno necessarie per il miglioramento della sicurezza ai fini della corsa, però è necessario che gli interventi progressivamente vengano programmati in sinergia tra enti e federazione (e piloti per il tramite della federazione come coinveniamo tutti). Peraltro, alcune misure aggiuntive, da adottare solo in occasione della corsa, per integrare ed aumentare ulteriormente il fattore sicurezza, dovrebbero essere studiate anche tipologicamente dalla federazione, ovviamente, anche in questo caso, sulla base delle indicazioni dei piloti.
Premesso questo, entrando nel dettaglio di alcune proposte specifiche, sarei decisamente contrario all'adozione di alcuni tratti di asfalto drenante, disposti lungo il percorso di una salita, sulla base della possibile minore aderenza, o perdita totale della stessa, che osservazioni preliminari avessero messo in evidenza in detti tratti. Infatti, ritengo che qualora ci si trovasse a gareggiare in differenti condizioni di aderenza (tra drenenate o meno), anche nel caso che questo servisse ad escludere criticità tipo l'acquaplaning, che nell'eventualità di asciutto e bagnato (nelle varie manche tra prova e gara) aumenterebbero (perchè passerebbero da 2 a 4 differenti condizioni), ciò comporterebbe più problemi, molti di più, rispetto a quelli che si registrerebbero, anche dal punto di vista probabilistico, nel caso eventuale di pioggia, gareggiando su un asfalto ordinario. Peraltro, in strade con asfalto ordinario, soprattutto quando non siano pianeggianti ma abbiano una certa pendenza, il manifestarsi dell'acquaplaning, o il prodursi di rivoli che attraversino la strada (più facile laddove cambi la pendenza), non è da considerarsi un fatto tecnicamente normale o ineliminabile perchè è la conseguenza, anche quando si manifesti con pioggie particolarmente intense, di una non perfetta funzionalità di cunette, tombini, ecc., e anche della non perfetta esecuzione del piano stradale. Quindi, per sintetizzare, già se le strade venissero mantenute correttamente e ne venissero eliminate, volta per volta, queste criticità accennate, gli enti, avrebbero fatto buona parte del loro dovere perchè, tra l'altro, diretto anche alla sicurezza nell'uso che se ne facesse negli altri 363 giorni dell'anno.
Torna all'inizio della Pagina

ZAKSPEED

6629 Messaggi

Inviato il 20/08/2010 :  19:48:04  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Kinko, ho detto quello, in quanto hanno riferito che la vettura in acquaplaning, è andata in testacoda, carambolando tra gli alberi ed il pilota è deceduto in seguito all'impatto (per questo credo che anche con una turismo, sarebbe successo ugualmente; inoltre alcune turismo tipo E1, non credo che vadano in quel tratto a 100 Km/h meno delle F3000).

Comunque, noi possiamo parlare anche per anni interi, la verità è che una segnalazione fatta bene, forse, poteva evitare la tragedia (ma solo Dio lo sà)
Torna all'inizio della Pagina

*ROMY*

214 Messaggi

Inviato il 20/08/2010 :  20:17:51  Guarda il profilo di  Visita il Sito di *ROMY*  Rispondi Citando
Giaur,forse hai ragione sul fatto dell'aderenza che puo' venir meno in quanto c'e' meno asfalto,in questo caso alzo le mani perche' non ci sono mai passato sopra con una vettura da gara,pero',se L'asfalto drenante viene posto nei rettilinei o semirettilinei dove le velocita' sono sostenute (per chiunque,sport,formula e turismo)e difficili da proteggere ambi i lati,il grip meccanico e' ininfluente o quasi,che sia pioggia ,bagnato o asciutto,si evita solo L'acquaplaning,poi in curva che ci sia l'asfalto drenante o no,il pericolo di sbattere li rimane comunque,naturalmente anche con l'asciutto e troveremo di sicuro le doppie o triple barriere.
Il 90% degli incidenti avviene in curva e' normale,te lo aspetti e sei (o quasi)pronto al controllo.
Io penso che in una salita i punti critici o pericolosi(intendo sempre rettilinei o semirettilinei)non siano poi molti,1-2 al massimo 3 km e se diamo una data agli organizzatori,non dico per il prossimo anno,magari in tre-quattro anni di rendere obbligatorio una nuova asfaltatura di ultima generazione in questi punti pericolosi,non penso sia improponibile,dato che hanno il tempo necessario per suddividere e diluire economicamente questo tipo di intervento.
Saluti
Romy

Modificato da - *ROMY* il 20/08/2010 20:21:02
Torna all'inizio della Pagina

CALIBRA16V

34259 Messaggi

Inviato il 23/08/2010 :  12:58:59  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Miei personalissimi suggerimenti.
TRACCIATI - Asfalto di ultima generazione, maggior numero di guard-rails, una o + chicanes sui percorsi dalle medie orarie + elevate...lo sapevate che nel 2000 a Gubbio c' erano 3 chicanes ??? Vi sembra che le macchine attuali abbiano prestazioni inferiori rispetto a 10 anni fà ?
MACCHINE - Ammetterei in E2M monoposto solo a ruote scoperte e cilindrata max pari a 2 litri, abolirei il gruppo E2B (le sport di ultima generazione vanno + forte delle CN 4 "sflangiate" del 2000...), manterrei il solo gruppo CN con l' attuale regolamento, poichè i valori dei piloti in campo (Faggioli, Zardo, Merli, ecc.) non muterebbero
PILOTI - Come ragionevolmente scritto sopra riproporrerei una commissione- conduttori con il compito di stabilire se certe direttive di sicurezza vengano rispettate o meno, e con facoltà di boicottare la gara in caso di non rispondenza a quanto stabilito in sede di sopralluogo della cronoscalata.
Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 23/08/2010 :  15:51:45  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Per me basta asfalto drenante di ultima generazione, diverse chicane, guardrail doppia e tripla lama da ambo le parti su tutta la lunghezza
del percorso anche nei rettilinei intendo,anche se aumenteranno i costi ma per la sicurezza si deve fare e per evitare quello che e' successo a ST.Ursanne. Una volta fatto questo non ci sara' bisogno far sparire nessuna auto,formula grande o prototipo potenti,perche' scenderanno e di molto le velocita'.
Torna all'inizio della Pagina

Heart Break Kid

6284 Messaggi

Inviato il 23/08/2010 :  20:14:20  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
4 km con 3 chicanes non è più una salita, è uno slalom!
Torna all'inizio della Pagina

320V8

168 Messaggi

Inviato il 23/08/2010 :  23:37:52  Guarda il profilo di  Visita il Sito di 320V8  Rispondi Citando
Ecco , bravo Heart ! Non volevo scrivere , ma ora basta , devo farlo .
X Sebastiano e MTS , non sono co voi stavolta . Chicanes non cambianno nulla , Ok , le medie siano abbassate ma già 150 m dopo la velocità sarà uguale . Vedete ad esempio Rieti ..., anzi , ci sono tante uscite , non grave però , proprio lì ( ad esempio Nevegal , ma anche 2 settimane fà in Austria a St.Peter )

Ma questo non è il discorso . Anche noi piloti siamo adulti e non abbiamo bisogno die essere protetto da noi stessi ... Vuol dire : ci sappiamo cosa facciamo , anche nel punto del rischio . E credetemi , ci sappiamo tanto meglio che qualsiasi ufficiale di gara o fans chi sono magari mai seduto in una tale macchina o hanno forse mai visto un certo percorso ...

Non fraintendere cosa dico ora , anch'io sono più che triste ed avevo le lacrime sui occhi anche giorni doppo anche ora e mi mancerà Lio , è stato uno dei pochissimi chi sapeva cosa sta succedendo nella zona oltre i limiti , con chi potevo parlare per la traiettoria classica e quella ultimativa ma anche più pericolosa o senza margine di sicurezza , quale sono le sensazione mettersi in una situazione pericolosa ed uscirla ( e non ci parliamo delle situazione che capitano da se ..) , mi mancerà perché non ci possiamo mai più abbracciarsi sul podio di Mickhausen ringraziando il publico per essere stato presente , non ci scherziamo mai più assieme con le ragazze ...ma in un certo modo è stato fortunato . è morto mentre faceva quello che amava , e non ci sono tanti con questo destino .. Secondo me è meglio morire così che di una brutta malatia e credetemi , io so di cosa ci parlo ...

Saluti , Georg
Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 24/08/2010 :  21:50:23  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ciao Georg,ma quando sara' pronta la tua nuova auto per la stagione delle salite 2010 ??? Georg lo sai che io rispetto la tua di opinione come quella di tutti gli altri,anche se purtroppo questa volta non la penso come te,su un rettilineo dove si raggiungono velocita' pazzesche se posizioni una chicane riparti in prima con una velocita' molto ridotta e non passi in pieno,facciamo un'ipotesi:
Se nel punto dove e' deceduto il povero Regal ci fosse stata una chicane,lui sarebbe dovuto passare li in mezzo a meno di 100 KMH e non avrebbe avuto l'acquaplaning,non sarebbe sbandato e non sarebbe uscito di strada. Regal e' uscito perche' e' passato molto veloce in un punto ed il rivolo di acqua gli ha fatto perdere aderenza,tutto questo e' successo per la troppa velocita'. Un conto e' passare sopra dei rivoli ad 80 o 100 orari, un conto ad oltre 200 KMH.Ti ricordo che io non ho mai corso con le auto per il momento,ma e' da una vita che sono nell'ambiente delle corse,ho visto tantissime auto,conosco molti piloti,sono in mezzo a molti piloti,ho provato un buon numero di auto da corsa per le salite,ho fatto rodaggi ai motori di auto da corsa ed una certa esperienza ce l'ho anche io,non di pilota come te,ma non sono uno sprovveduto. Ciao ed affrettati a preparare la tua nuova auto che la vogliamo veder correre in salita nel 2010.
Torna all'inizio della Pagina

CALIBRA16V

34259 Messaggi

Inviato il 25/08/2010 :  09:10:06  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Buongiorno Georg e grazie per il tuo intervento, da pilota, sull' argomento, che contribuisce ad animare la discussione con p.ti di vista diversi.
Per quanto mi riguarda non sono d' accordo con te e continuo ad auspicare che, come in tutti le altre specialità motoristiche (vedi F. 1, rally, ecc.), si migliorino tracciati e macchine al fine di salvaguardare la vita di conduttori e spettatori...
x Heart : naturalmente la mia era una interrogazione. Come mai 10 anni fà, nelle salite + veloci, abbondavano le chicanes, ed adesso sono quasi del tutto "evaporate" ? Cosa è cambiato da allora ?
Torna all'inizio della Pagina

Heart Break Kid

6284 Messaggi

Inviato il 25/08/2010 :  09:55:01  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Forse non è cambiato niente, ma la colpa di tutte le tragedie è stata la mancanza di protezioni e rail, non la mancanza di chicanes. Gli alberi sul percorso non devono mai essere scoperti.
Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 25/08/2010 :  17:08:52  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
E' vero anche questo io gia' lo avevo detto,si dovevano coprire prima gli alberi e si devono coprire adesso,pero' prima non c'erano auto cosi veloci ed e' andata quasi sempre bene,poi sono aumentate le velocita' con l'ingresso delle formule 3000 dei prototipi piu' potenti,delle PA30 e FA30.Torno a ripetere che si sta' esagerando,tornando indietro negli anni ricordiamoci di Danti ed Amadio anche se la dinamica di quest'ultimo e' differente da quella di Danti,poi negli ultimi anni siamo andati a finire al brutto incidente di Chamberod con molte fratture con la formula 3000 e li ha smesso la carriera,Berguerard a ST.Ursanne si e' massacrato tutto
sempre con la formula 3000 ed e' vivo per miracolo,poi ha smesso la carriera,Ander Vilarino al Rechberg con fratture con la formula 3000
ed altro grave incidente in Spagna con la formula 3000 ed anche lui ha abbandonato le salite. In seguito Fajkus e' morto con la formula 3000,poi la tragedia finale di Regal ancora con la formula 3000. Non li ho nominati tutti,ma mi fermo a questi e penso che e' ora di dire basta,almeno per me.
Torna all'inizio della Pagina

intenda

1845 Messaggi

Inviato il 30/08/2010 :  12:06:26  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
...vorrei tanto sbagliarmi, ma dopo l'incidente di Regal e dopo le spaventose foto dell'incidente occorso questo week end a Zerla, le Formula e le Sport al top mi fanno sempre più tornare in mente la sfortunata avventura dei Gruppi B nei Rally degli anni '80......
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 30/08/2010 :  12:37:20  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
Gianni....... e "noi" possiamo dire... che da tempo predichiamo al vento che le vetture odierne, con le potenze e le velocità raggiunte, non sono adeguate ai percorsi delle nostre salite.....

O.... invertendo l'ordine...., i percorsi attuali con gli standard di sicurezza odierni, non sono adeguati alle moderne auto.....

Purtroppo ..., come insegna la proprietà commutativa, scambiando tra di loro gli addendi il risultato non cambia; cioè la somma resta sempre quella......

Ciao
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 155 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint - © Cronosprint
Herniasurgery.it | Superdeejay.net | Snitz Forums 2000