CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Oggi in Montagna
 Regole e Regolamenti
 SICUREZZA percorsi, ipotesi e suggerimenti
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 155

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 16/09/2011 :  17:08:41  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
.... star70, tu credi davvero che un rappresentate dei piloti con nessun potere decisionale inserito nell'apparato CSAI, chiunque sia, abbia il potere di imporsi.....?

Fin quando si demanderanno le proprie responsabilità ai "politici di turno"... campa cavallo....

L'unica via d'uscita è:

piloti prendete in mano le redini del vostro futuro!!!!!!!!!!!!!!!

NON occorre una nuova "struttura" anche con poteri decisionali..... inserita in CSAI.... E' necessario che i piloti puntino i piedi.... e facciano sentire la loro voce ai piani alti.

Che cosa importa chi comanda nello sport salite..... Siete voi piloti che create l'evento.... NON il politico di turno..... quando lo comprenderete questo?

Quando mi dite come facciamo a farci sentire..... mi cadono le braccia....

Ve l'ho detto..... vi presentate sulla linea di partenza ed invece di sgommare fate la vostra gara a 0.00000001 kmh TUTTI..... rendendo pubblica e plateale la vostra protesta..... vedrete che qualcosa dovranno fare..... e se non si muove paglia..... Il CIVM 2012 passerà alla storia per il campionato con più gare interrotte a notte fonda causa scarsa visibilità ....

Siete o no in grado di organizzare una riunione di piloti, magari in più località così da coinvolgere tutti......?
Anzi vi dirò di più.... perchè non sfruttate PEDAVENA per iniziare a gettare le basi......? Date un segno tangibile..... fate vedere che respirate......

Modificato da - pietris il 16/09/2011 17:11:21
Torna all'inizio della Pagina

CALIBRA16V

34265 Messaggi

Inviato il 16/09/2011 :  19:16:38  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ribadisco il mio pensiero : messaggio a pag. 85 del 13/07.
Torna all'inizio della Pagina

Anyonello

1570 Messaggi

Inviato il 16/09/2011 :  21:01:18  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Anyonello  Rispondi Citando
Alcune cose.....
secondo il RNS. dall'elenco pubblicato da derapata le figure che dovrebbero interessarsi della sicurezza sono principalmente due: il Direttore di gara e L'Addetto alla sicurezza, Che stranamente, sempre nel rispetto della sicurezza, possono essere la stessa persona
Inoltre, tra i compiti del colleggio dei commissari sportivi il comma (e)recita:" interrompere definitivamente o rinviare una manifestazione o sue parti per motivi di sicurezza o per cause di forza maggiore"
In effetti queste prerogative, come ben sappiamo, sono espletate raramente ,a malincuore e spesso mal gestite ..... Ma quasi sempre per le condizioni del tempo o per palesi ritardi (non ci chiediamo per ora per colpa di chi..). Viceversa, non ricordo mai una gara sospesa per la pericolosità della disposizione del pubblico (che foto e video ci confermano molto spesso), ed anche in gravi e luttuose situazioni le decisioni si sono prese dopo l'indignazione dei piloti e/o del pubblico, quando non sono state imposte dalla forza di polizia.
Il perchè, forse è troppo complicato, la mia opinione potrebbe essere sbagliata, Ma se soltanto UNA di queste figure fosse realmente, e non solo ad "onorem", RESPONSABILE anche in sede civile e penale in egual modo di chi li ha nominati, credo che il livello di attenzione sarebbe certamente alto.
Credo che molte figure "trasparenti" si dedicherebbero ad altre cose... e chi ha capacità e competenza potrebbe operare con coscienza.
Mi ripeto: responsabilità penale e civile per le scelte che si operano, e non serve alcuna rivoluzione.
Torna all'inizio della Pagina

Giaur

3711 Messaggi

Inviato il 17/09/2011 :  00:00:02  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di star70

Sbaglio oppure un rappresentante dei piloti esiste già?
Se ritenete che non faccia il proprio dovere, ovvero gli interessi dei piloti, la prossima volta votatene un'altro!

non sono quelli che ha indicato derapata1000 i "rappresentanti dei piloti" a cui credo alludesse star70 nel messaggio sopra.
Gli "addetti ai piloti" sono preposti a curare le relazioni con i piloti per la specifica gara e non a rappresentarli all'interno della CSAI. Oltre all'addetto per la sicurezza (che talvolta è anche il DG o il DG aggiunto) nell'elenco manca una figura importante che deve essere sempre presente nei RPG : l'ispettore del percorso.
Torna all'inizio della Pagina

derapata1000

350 Messaggi

Inviato il 17/09/2011 :  09:27:35  Guarda il profilo di  Visita il Sito di derapata1000  Rispondi Citando

Giaur grazie per la precisazione ma bisogna dare un nome e un cognome a

questa figura chiamata "rappresentante dei piloti".


"Rappresentante dei piloti" se ci sei batti un colpo!!!!!
Torna all'inizio della Pagina

nopper

1782 Messaggi

Inviato il 17/09/2011 :  16:17:50  Guarda il profilo di  Visita il Sito di nopper  Rispondi Citando
Alla cortese attenzione di Pietris & Co.

Al Rally di Bassano spariscono le "ambigue" fettuccie "Zona pericolosa" sostituite dai soli cartelli. Le uniche fettuccie utilizzate saranno di colore verde, e delimiteranno le uniche zone permesse al pubblico.
Trascrivo:
TUTTA LA PROVA SPECIALE E' CONSIDERATA ZONA PERICOLOSA AD ECCEZZIONE DELLE AREE INDIVIDUATE CON APPOSITA BANDELLA VERDE

http://www.bassanorally.it/foto/doc/GUIDA_AL_RALLY.pdf

Ovvero...qualsiasi cosa avvenga al di fuori delle zone "verdi" è da considerarsi come pazzia, sregolatezza, inciviltà, anarchia, ignoranza e tentativo di suicidio da parte del pubblico...

Facile a dirsi meno a farsi...Impossibile che si verifichi sempre almeno una delle due condizioni sui 43 km di speciali...Nei centimetri di prato dove non è presente nemmeno una delle due indicazioni che fare?

Certo che in salita sarebbe invece di facile, facilissima applicazione...


P.S. definisco le bandelle "zona pericolosa" ambigue in quanto nel 90% dei casi esse servono sia per segnalare le zone pericolose sia per fungere da barriera "impenetrabile" per il pubblico..ovvero come indicatore di zona sicura per lo stesso...
Torna all'inizio della Pagina

Ajeje

31 Messaggi

Inviato il 18/09/2011 :  12:39:23  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di pietris

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">Citazione:<hr height="1" noshade id="quote">Messaggio di stenmark1972

Le nostre PAROLE avrebbero necessità di essere adeguatamente supportate in seno alla federazione!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma chi può farlo?


SUI PERCORSI? Solo voi PILOTI!!!!

Come?

Costituire una commissione di piloti che rappresentino tutti i gruppi e le classi delle gare in salita. I loro voti abbiano la stessa eguale validità tra il membro N1400 e il E2M 3000 per esempio.

(...........)

Ci sarebbero altre cose da aggiungere ma mi fermo, per ora, qui....
[/quote]

Sono giuste le tue considerazioni Pietris, ma, secondo me c'è un ma, ho appena finito di veder il camera Car di Liber sulla caprino 2011 con la sua Gloria, siamo oltre ogni logica... Le protezioni con il cemento sono assurde e completamente inutili, in caso di uscita, a mio modesto avviso. Per rispondere al tuo post vorrei ricordare che in questa salita, pare ( e scrivo pare perchè io non ero presente e scrivo ciò dopo averlo letto come testimonianza di altre persone presenti ) che il piloti protagonisti e in primis Faggioli, abbiano protestato in attesa della prima manches di gara per le scarse condizioni di sicurezza del tracciato. Ma pare che i piloti che non hanno partecipato alla protesta fossero quelli delle classi meno performanti.... Ci sono delle disamine da fare e dei punti di vista da tenere in considerazione (giusti o sbagliati che siano): -mediamente in una gara nelle classi meno performanti, che contano una quindicina di iscritti, di questi ce ne sono una minoranza, che effettuano tutto il campionato, e che quindi possono avere una buona esperienza per poter dare un giudizio obbiettivo, gli altri sono piloti locali che fanno, o solo quella o al massimo due o tre gare l'anno, e che fanno anche numerosi sacrifici per raccogliere il budget necessario, e vedersi persi i soldi di iscrizione e noleggio dell'auto (aggiungendo il fatto "che tanto a me non succede"), li porta a scelte non esattamente lucide, e quindi come a Caprino a non seguire le proteste dei Big.
C'è anche un'appunto da fare ai Big, se il tracciato era pericoloso la Domenica, lo era anche sabato quindi la protesta sarebbe stata molto più logica se fatta al termine della prima maches di prova, e se le condizioni di pericolo erano troppo elevate, perchè si è fatto finta di niente poi nella seconda manches di gara con condizioni di asfalto bagnato?
Credo che sicuramente una commissione di Piloti che giudichi le varie salite vada presa in considerazione come una delle primarie soluzioni per risolvere il problema, ma che ogni membro che ve ne faccia parte debba partecipare ad un minimo di gare annuali e che in caso di parere negativo di una classe, questo porti allo stop di tutti unanimamente, se non vengono proposte soluzioni idonee e veramente efficaci.
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 18/09/2011 :  14:13:50  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
.... Ajeje, non faccio fatica a credere alle tue considerazioni sulla Gloria e sulle protezioni di Caprino.....

Credo però che ci siano molti modi pratici per far capire che l'aria è cambiata......

Uno dei più semplici è quello di redigere un documento e pubblicarlo ON line chiedendo interventi.... chiari!!!

Torna all'inizio della Pagina

FDP

1219 Messaggi

Inviato il 18/09/2011 :  16:22:40  Guarda il profilo di  Visita il Sito di FDP  Rispondi Citando
Leggo sempre con estremo interesse questo topic.
L'incidente di Laslo mi mette i brividi, quasi tutti gli interventi hanno un senso.
Tutti vorrebbero dare un contributo costruttivo.
Voglio provarci anche io.
Intanto vorrei, strano a dirsi, difendere l'operato della CSAI.
Anche volessero fare qualcosa ( è innegabile comunque che l'Italia ha i percorsi più sicuri d'Europa ) a chi dovrebbero dar retta?
Bisogna convenire che i pareri sono piuttosto contrastanti.
Ritengo che per fare bene bisognerebbe fornire alla CSAI un autorevole ed affidabile interlocutore.
Questo interlocutore non potrà mai essere una persona o un gruppo di persone perchè anche se qualificato rappresenterebbe essenzialmente se stesso.

Con una parola grossa bisogna tirare in ballo la democrazia.
Altre volte ho proposto la creazione di un organo rappresentante degli addetti ai lavori in grado di esprimere idee approvate a maggioranza. Per votare è facile si potrebbe fare on line ed avrebbero diritto di voto tutti quelli che accettano che "vince la maggioranza ".
Solo cosi la CSAI potrebbe avere un valido interlocutore con cui dialogare, ho detto dialogare no litigare.
Torna all'inizio della Pagina

Giaur

3711 Messaggi

Inviato il 18/09/2011 :  17:53:10  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ma che dobbiamo aspettarci? La CSAI troverà valido l'interlocutore che ad un certo punto sarà in grado di contrastarne concretamente l'operato sulla base di questioni serie. Altrimenti bypasserà tutto perché ha al suo interno tutti i "rappresentanti" possibili eletti "democraticamente" e quasi all'unaninmità dai licenziati che partecipano al dibattito ed alle elezioni.
Non solo, ma non ci dobbiamo dimenticare che quest'anno, molto probabilmente a seguito delle tante lamentele e rimostranze registrate dappertutto, la CSAI ha razionalizzato la procedura con cui i licenziati possono presentare proposte attraverso le consulte regionali; ha creato una segreteria apposita per coordinare l'iniziativa e ricevere tutte le proposte ritenute valide dai vari delegati regionali da trasmettere alle varie S/C.
Credo che in molti saremmo interessati a conoscere qualitativamente le proposte pervenute ma anche quante ne siano pervenute e credo che eventuale il tutto sarebbe opportuno renderlo pubblico attrraverso il sito della CSAI.
Questo potrebbe essere il primo vaglio per riscontrare l'effettiva coerenza di tanti che da un momento all'altro sembra possano montare le mitragliatrici sui loro pick up....

Modificato da - Giaur il 18/09/2011 22:56:14
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 19/09/2011 :  09:01:55  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di FDP

è innegabile comunque che l'Italia ha i percorsi più sicuri d'Europa


Carissimo FDP apprezzo la sua franchezza, con altrettanto chiarezza le dico che in questo specifico suo passaggio è racchiuso tutto il "peggio" dell'italico pensiero salitaro italiano....

Quale percorsi migliori....? Sulla disposizione del pubblico siamo lontano millenni luce da moltissime gare CEM! Sulle protezioni, basta guardare il tanto vituperato FITO e tante altre gare ..... Ci sono molte cose da fare anche li.... come in ITALIA.....

Il trincerarsi dietro il fatto che le nostre gare siano più sicure.... forse è ora che cessi.... Certo sono sicuri percorsi come Caprino con rail in cemento armato e medie da 170 kmh, oppure la Catania - Etna e la sua corrida di spettatori! E' sicura la Nissena con medie di oltre 170 kmh oppure sono sicuri i tanti attraversamenti di centri abitati con vetture che, CONTRO IL REGOLAMENTO EMANATO DA CSAI, li attraversano sfrecciando....

In Europa sono stati capaci di cambiare.....
Fito, un gruppo di piloti PUNTA I PIEDI e ottiene quello che chiedevano!!! Sain Ursanne..... Bormolini & C. hanno chiesto quello che ritenevano necessario per porre in sicurezza il percorso.... e non ottenendolo .... hanno fatto "ciao ...ciao" alla gara ....
In Italia invece ... dopo la tragedia di Plasa.... ha visto qualcosa....? Caprino, nelle condizioni in cui nella seconda manche Faggioli & c. non hanno preso il via per questioni legate alla sicurezza, forse era il caso che non si disputasse?
Francamente..... se era vero che i percorsi italiani avevano qualcosa in più..... io ultimamente penso che siamo stati raggiunti e doppiati da moltissime gare CEM...

Sugli interlocutori..... continuo a vedere strane manovre in giro.... Si vogliono "costruire" altre soluzioni che possano dialogare con CSAI....

Dialogare con CSAI? Certo è una cosa fattibile ed auspicabile....
Redigete un documento largamente condiviso chiedete gli interventi del caso, pubblicatelo su stampa e siti internet... e se nulla dovesse cambiare.....

- 1^ gara CIVM tal dei tali..... iscritti 200, verificati 190, partenti in prova con tempi f.t.m. il 90%, gara 1 interrotta perchè il permesso di chiusura della strada finiva alle 19.00... e per spiegare il tutto comunicato consegnato alla stampa e ai vari siti internet...... Vogliamo vedere che qualcosa cambia?

Concludo.....
Volete (piloti-costruttori-organizzatori) o no che qualcosa cambi..... oppure giocate al solito gioco all'italiana del "carta vince carta perde" ?
Torna all'inizio della Pagina

Anyonello

1570 Messaggi

Inviato il 19/09/2011 :  10:26:56  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Anyonello  Rispondi Citando
Oltre alla problematica esposta da Ajeje, che nella sostanza denota come sia impossibile creare un qualsivoglia "comitato piloti" (che i pochi esempi ci dicono che sono completamente fallimentari), si rischia di aggirare l'ostacolo in quello che io definisco semplice burocrazia.
Inutile, infatti,creare altre commissioni, comitati, delegazioni, che oltre a rappresentare se stessi rischiano di creare confusioni e .. altre "poltrone", allontanando le RESPONSABILITA' di chi è già proposto a questo.
E' come se dopo il crollo di una casa o un ponte, invece di arrestare chi lo ha progettato e realizzato si chiede agli inquilini di produrre un documento e magari responsabilizzarli per l'accaduto.

Torna all'inizio della Pagina

Giaur

3711 Messaggi

Inviato il 19/09/2011 :  11:04:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di Anyonello

Oltre alla problematica esposta da Ajeje, che nella sostanza denota come sia impossibile creare un qualsivoglia "comitato piloti" (che i pochi esempi ci dicono che sono completamente fallimentari), si rischia di aggirare l'ostacolo in quello che io definisco semplice burocrazia.
Inutile, infatti,creare altre commissioni, comitati, delegazioni, che oltre a rappresentare se stessi rischiano di creare confusioni e .. altre "poltrone", allontanando le RESPONSABILITA' di chi è già proposto a questo.
E' come se dopo il crollo di una casa o un ponte, invece di arrestare chi lo ha progettato e realizzato si chiede agli inquilini di produrre un documento e magari responsabilizzarli per l'accaduto.


Concordo con Anyonello tuttavia auspico che si possa arrivare ad avere un "comitato" di piloti che salvaguardi la loro attività dall'esterno della CSAI perché oltremodo necessario nella fase attuale.
I piloti potrebbero avere due vie possibili per dare il loro determinante contributo alla sicurezza (ed ovviamente a tutte le altre problematiche inerenti la loro attività) di cui una, all'interno della CSAI (che c'è e non è da creare ex novo)che potrebbe essere praticata e l'altra da creare, tramite un'associazione seria ed attiva, con la quale poter "proporre e controllare" anche dall'esterno ed, eventualmente, intervenire radicalmente, nei casi più evidenti in cui palesemente le loro richieste rimanessero inascoltate.
Quindi pietris, direi che si può individuare la prima via come quella del "dialogo" (fermo, convinto, continuo ed approfondito) senza precludersi, nel caso continui a non essere praticata, la seconda via.

Modificato da - Giaur il 19/09/2011 11:12:29
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 19/09/2011 :  11:26:57  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
Giaur, individuare la prima o la seconda via...... francamente, non mi cambia la vita.....

Io vorrei vedere risultati immediati, concreti e seri!!!

Cioè, oggi 19 settembre, qualcuno di voi conosce quali passi concreti siano stati mossi dai piloti?

Sul come li si ottengono..... lascio ampia scelta....

All'interno CSAI, con un'associazione tra piloti, con il cambiare democraticamente chi non ha svolto il proprio dovere, con l'intercessione divina.....

Non vorrei cioè, che il problema, ora, sia trovare lo strumento per dialogare..... dimenticando che qui ogni domenica si corre e la sicurezza rimane quella che è....!!!!!

Voglio vedere se a Caprino ..... contro un tondino di cemento, sarebbe successo qualcosa....., cosa avrebbero detto i piloti.....

Proprio da Caprino viene fuori l'immagine chiara e semplice del circus !

Di fronte ad una chiara ed evidente violazione regolamentare, dopo la tragedia di Plasa, in una gara con medie da 170 kmh, così sono riusciti a tirar fuori i piloti....?

Booooooooooooooooooooooò.......

Una simil protesta.... senza nessuna evidenza pubblica, messa subito a tacere con assicurazioni di messa in sicurezza del percorso, che poi con la pioggia ci si è accorti essere un palliativo....

Ve lo chiedo onestamente..., volendo ed impegnandosi a fondo, si poteva fare di peggio....?

Il problema della sicurezza delle salite, OGGI, solo i piloti lo possono risolvere..., ma ahimè, non vedo novelli Che Guevara... anzi..!!!!
Torna all'inizio della Pagina

Heart Break Kid

6284 Messaggi

Inviato il 19/09/2011 :  11:39:28  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Pietris è ancora più semplice: 1° gara CIVM tal dei tali massimo 20 iscritti (qualcuno che non rinuncia ci sarà sempre). La gara alle 10:30 è finita.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 155 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint - © Cronosprint
Herniasurgery.it | Superdeejay.net | Snitz Forums 2000