CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Lotte di Classi
 PROTO .. che ...TIPI
 PICCHIO "2"
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 107

CALIBRA16V

34264 Messaggi

Inviato il 08/07/2011 :  23:37:35  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Appunto !
Torna all'inizio della Pagina

CALIBRA16V

34264 Messaggi

Inviato il 09/07/2011 :  21:35:07  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Peraltro il bilancio di metà stagione, a mio parere, è piuttosto positivo : il trinomio Tschager-Merli-Picchio domina il gruppo E2B, ha superato, quando presenti, le PA 30 e nell' assoluta, attualmente (quasi sempre) precede la FA 30 dell' ottimo Nappi ed è seconda, con distacchi onorevoli dal binomio imbattibile Faggioli-Osella.
Possibilità di ridurre il "gap" ? La scelta della biposto ha imposto, per regolamento qualche kg in +, forse qualcosa si potrebbe fare sul fronte pneumatici con un coinvolgimento mirato del fornitore (possibile ?) e sulla "sfruttabilità" del propulsore (comunque già soddisfacente sul misto-veloce)...
Torna all'inizio della Pagina

CALIBRA16V

34264 Messaggi

Inviato il 09/07/2011 :  21:57:39  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Intanto oggi importanti novità sul posteriore...
Torna all'inizio della Pagina

gb79

565 Messaggi

Inviato il 13/07/2011 :  17:42:04  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
E' dura parlare dopo Rieti.

L'uomo si sà ha la memoria corta percui penso che certe cose vadano dette subito...quindi volevo solo fare un invito rivolto a:

-CSAI
-costruttori
-team
-piloti
- addetti ai lavori

PER FAVORE RIUNITEVI ATTORNO AD UN TAVOLO GUARDATEVI NEGLI OCCHI E FATE QUALCOSA PER RENDERE LE SALITE MENO PERICOLOSE.



Io la mia idea me la son fatta e qui la propongo, per le vetture sport e formula.....(per le altre categorie lascio voce ai più esperti)




Vetture di cilindrata massima 2000 cc

motori liberi ma dotati di flangia

base regolamentare vetture cn per quel che riguarda telaio e sicurezza

vetture ante 2010 penalizzate con un peso maggiore di 20-30 kg

verifiche regolamentari ai primi tre di ogni gara


I vantaggi di questa soluzione sarebbero:

- Vetture notevolmente più sicure

- Facilità di controllo da parte dei commissari sulla regolarità della vettura (dovrebbero controllare solo il peso, la cilindrata e la flangia) e si eviterebbero eventuali furbate a cui i cn prestano il fianco.

- vetture più economiche delle attuali

- possibilità di fare classi numerosi come ai tempi del cn2

- garanzie di "inventiva progettuale" (diversi motori, diverse soluzioni tecniche)


Ognuno proponga la sua idea....portiamole alla CSAI...ma per favore non lasciamo le cose così come stanno...è diventato troppo pericoloso!!!!!
Torna all'inizio della Pagina

CALIBRA16V

34264 Messaggi

Inviato il 23/07/2011 :  11:26:09  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ciao, hai visto che c' è la possibilità di vincere il Challenge FIA reg. 1 ???
Torna all'inizio della Pagina

gb79

565 Messaggi

Inviato il 23/07/2011 :  11:56:48  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Facevo questa considerazione:

Avendo a disposizione qualche soldino, con questo regolamento, si potrebbe costruire un prototipo che, messo in pista, una F1 avrebbe difficoltà a stargli dietro!!!!!

Solo che non avrebbe bisogno di nessun crash test....e correrebbe su strade di montagna!!!!

Assurdo!!!
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10718 Messaggi

Inviato il 23/07/2011 :  12:18:21  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
gb79.... forse ti è sfuggita la cosa.... ma in una gara di regolarità.... 7 giorni dopo la tragedia di Plasa..... una Ferrari F1 è salita... senza troppi problemi....

Noi ci affanniamo a trovare rimedi..... e qui si ignorano, anche dopo tragedie dolorosissime, le più elementari cautele....?
Torna all'inizio della Pagina

FDP

1219 Messaggi

Inviato il 30/07/2011 :  17:29:33  Guarda il profilo di  Visita il Sito di FDP  Rispondi Citando
Dopo tanto sconcerto vorrei tecnicamente affrontare il mai abbastanza deprecato incidente del nostro caro Georg.

Dalle poco foto che ho visto penso di poter dedurre che nel terribile urto, tra l'altro, abbiano ceduto gli attacchi delle cinture di sicurezza.
A prescindere da ogni altra considerazione voglio semplicemente far notare che ad oggi, almeno per quello che sò io, non c'è nessuna norma sul collegamento degli attacchi delle cinture di sicurezza al telaio. Per capirci allo stato attuale debbo usare cinture omologate, un collegamento dalle cinture agli attacchi sul telaio calcolato, ma nessuna norma obbliga a verificare il telaio stesso nel punto di attacco con le cinture. Per assurdo potrei avere, senza violare alcuna norma, la cintura di sicurezza che scarica su una parte del telaio debolissima.
Questo a me sembra un buco regolamentare da eliminare.
Nell'omologazione delle auto stradali, per esempio, la prova a strappo degli attacchi delle cinture sul telaio è una delle più difficili da superare.
Nel racing tale prova non è addirittura normata, quindi ognuno, almeno teoricamente, sarebbe libero di fare quello che vuole.

Non vorrei annoiarvi ancora ma per capire dell'importanza del calcolo di cui si parla vi voglio sottoporre un esempio.
La Picchio verifica questa parte del telaio in modo che gli attacchi delle cinture di sicurezza debbano scaricare sul telaio il peso del pilota sottoposto ad una decelerazione di 100 volte l'accelerazione di gravità. Questo significa che un pilota di 80 kg trasmette al telaio un carico di 8.000 kg ( otto tonnellate ).
Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 30/07/2011 :  17:57:53  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Grazie FDP per la spiegazione tecnica.
Torna all'inizio della Pagina

mciaghi

748 Messaggi

Inviato il 30/07/2011 :  23:09:20  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Domanda per FDP: ma 100g sono un valore che il corpo umano può sopportare? Oppure, come penso, lo usate per essere sicuri di avere una struttura che possa in ogni caso essere più protettiva rispetto al limite sopportabile dal corpo umano?

E le cinture (che pare in un recente incidente si siano "sfilacciate") hanno anche loro dei valori massimi di G che riescono a sopportare?

Grazie

Modificato da - mciaghi il 31/07/2011 00:54:10
Torna all'inizio della Pagina

FDP

1219 Messaggi

Inviato il 31/07/2011 :  11:27:09  Guarda il profilo di  Visita il Sito di FDP  Rispondi Citando
Le prove FIA di crash prescrivono che la decelerazione media non superi i 25 G con punte massime di 50 G.
Il corpo umano ( evidentemente tra l'altro non tutti sono uguali ) può sopportare per pochissimi millisecondi punte anche oltre i 50 G, dipende per quanto tempo il corpo umano stesso viene sottoposto a queste tremende decelerazioni.
Ecco perchè "per non sapere ne leggere ne scrivere" la Picchio adotta come standard autoimposto 100 G.

Delle cinture sinceramente non conosco i valori limiti di omologazione. ma ritengo ragionevole che vengano collaudate ad almeno 50 G.

Per pura curiosità, però, posso dire che in una recente prova di omologazione di un nostro telaio per un'auto stradale nella prova a strappo dei punti di attacco, ben prima del limite..... hanno ceduto le cinture ( che ovviamente erano omologate ). Inquietante.

Nel prossimo futuro spero di saperne molto di più sull'argomento perchè entro marzo 2012 entrerà in funzione un nostro centro di ricerca specializzato per lo studio dei fenomeni di crash.
Torna all'inizio della Pagina

mciaghi

748 Messaggi

Inviato il 31/07/2011 :  17:12:04  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Lei dice "inquietante". Io sinceramente non la penso così: se le cinture sono omologate per sostenere uno sforzo di 50g (che poi, parlando di accelerazioni, penso bisognerebbe tener conto anche della massa che le cinture devono trattenere) è giusto che i supporti siano dimensionati per non cedere prima, altrimenti vanificherebbero il loro ruolo.

Torna all'inizio della Pagina

FDP

1219 Messaggi

Inviato il 31/07/2011 :  17:20:02  Guarda il profilo di  Visita il Sito di FDP  Rispondi Citando
Mciaghi
Siamo assolutamente d'accordo.
Inquietante è il fatto che una cintura si rompa prima di raggiungere il carico per il quale dovrebbe essere stata omologata.
In altre parole potrebbe accadere che grandi costruttori ( di cinture ) non riescano a tenere costante le caratteristiche tecniche dei loro prodotti.
Torna all'inizio della Pagina

franco

1306 Messaggi

Inviato il 01/08/2011 :  06:39:16  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Vediamo di non spararle troppo grosse :
Quanti G si possono sopportare?
La forza G è quella che si sperimenta quando si è sottoposti ad un'accelerazione, che siano le montagne russe, un caccia militare o un razzo diretto nello spazio.
La tolleranza di un essere umano medio non ci consente di sperimentare più di 4-5 G di accelerazione verticale per più di 10 secondi senza perdere conoscenza.
I caccia militari possono raggiungere una spinta di 9 G verticalmente, ma queste prestazioni sono possibili solo grazie alle "g-suits", tute che alleviano la pressione subita dal pilota.
Il record di accelerazione orizzontale invece è detenuto da John Stapp, pilota della Air Force americana che ha sopportato, negli anni '40, una spinta di 46,2 G.
Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 01/08/2011 :  11:42:51  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Grazie Franco per l'ulteriore spiegazione,fa' sempre piacere leggere notizie interessanti.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 107  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint - © Cronosprint
Herniasurgery.it | Superdeejay.net | Snitz Forums 2000