CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Discussioni in .. Salita
 Parco Chiuso
 QUANTO INFLUIRA' LA CRISI NELLE SALITE?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 36

Anyonello

1571 Messaggi

Inviato il 13/07/2010 :  11:37:35  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Anyonello  Rispondi Citando
E questi sono i primi dati dele gare valide al CIVM
Nel panorama generale, forse non ci si è accorti che il totale delle gare è solo di 33 manifestazioni, il dato in assoluto più basso di tutto il secolo e tra i più bassi di tutta la storia delle cronoscalate.
Inoltre se si fa riferimento alle sole vetture denominate "Moderne" il calo di partecipazioni è più che preoccupante.
La politica di concentrare tutto sulle sole gare di CIVM si dimostra in ogni caso fallimentare, nonostante che per far numero si inglobbano vetture di tutti i tipi(compresi i monomarca e le storiche).
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 14/07/2010 :  16:08:49  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
Anyonello, sai come la penso, non sono un fan del cumulo di titoli ma qua non e' nemmeno quello il problema..
Per assurdo, e dico per assurdo, le gare tivm stanno avendo piu' o meno i partecipanti dell'anno scorso.. IL problema e' agli alti livelli secondo me.
Trento e Rieti, tolte alcune eccellenze e comunque in un contesto piu' che dignitoso, hanno registrato un calo di numeri ma anche e soprattutto di qualita', con poche per non dire pochissime lotte nelle varie classi.
In queste condizioni non e' secondo me da criticare piu' di tanto la volonta' di allargare a tutto l'allargabile, anche perche' una massa minima di partenti (e paganti iscrizione) e' indispensabile per garantire economicamente l'effettuazione della gara.
Ma, lo ripeto, la vera crisi sta nelle moderne, ma ti diro' di piu': nelle moderne in salita... e questo deve far pensare la CSAI.
Nelle altre specialita' limitrofe: rally ma anche vari trofei su pista, i vari campionati italiani e monomarca, non si registra un calo di queste dimensioni...
Lo scorso week end dalle nostre parti c'e' stato il Rally del Casentino, valido per l'IRC con il record di iscritti, oltre 130 (come una salita...) una decina di WRC (come un europeo...) , dirette tv di prove speciali, risalto mediatico forte e sponsor di livello nazionale (Trony).
In questo caso la crisi non c'e' ? C'e' lo stesso ma hanno posto dei rimedi..

Lo ritenevo prima ed ora a maggior ragione, si tratta anche di investimenti che la federazione deve fare se vuol salvare il settore (se non gliene frega allora e' un altro discorso..).

Premi inesistenti o quasi e visibilita' mediatica men che garantita. Come fa uno sponsor, un team di livello a puntare sulle salite cosi'?
il tutto condito da regole farraginose...
Ed anche sul discorso regolamenti io non critico tanto il fatto che si cambino forse troppo spesso, ma la loro difficolta' di interpretazione!!!
Fate regolamenti FACILI, diciamo anche STUPIDINI e vedrete che le macchine arrivano! troppi distinguo, troppe classi, troppe eccezioni, difficolta' degli stessi commissari a valutare la regolarita' o meno...
Regole da F1 con soldi che girano meno che in terza categoria...

Discorsi fatti tante volte da tutti ma che ora diventano ineludibili se si vuol continuare a giocare alle salite.
sintetizzo:
aumento dei premi anche a scapito delle altre discipline (le salite sono come i settori giovanili del calcio, se non ci investi i mondiali non li vinci piu'), investimenti mediatici veri e non fasulli come gli ultimi, semplificazione delle regole tecniche e sportive (ad esempio riduzione del numero di classi o almeno di gruppi - la storia dell'e1 italia e non e' stucchevole...).
Come vedete sono 3 cose non impossibili ma che presuppongono la volonta' di farle.
Le ripeto ancor piu' semplicemente :

1) AUMENTO DEI PREMI IN DENARO A SCAPITO DELLE ALTRE DISCIPLINE

2) AUMENTO DEGLI INVESTIMENTI MEDIATICI SOSTANZIOSO SEMPRE A SCAPITO DELLE ALTRE DISCIPLINE

3) SEMPLIFICAZIONE VERA DEI REGOLAMENTI SIA TECNICI CHE SPORTIVI PARTENDO DALLA DIMINUZIONE DELLE CLASSI

Si tratta di riforme a costo zero per la federazione, si tratta solo di SCELTE e non di spendere.
Almeno secondo me....
Torna all'inizio della Pagina

Anyonello

1571 Messaggi

Inviato il 14/07/2010 :  22:12:52  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Anyonello  Rispondi Citando
Mi trovi perfettamente daccordo, sui regolamenti principalmente, che sono i primi a frenare gli entusiasmi di molti. Il proliferare di classi, come ho spesso sostenuto, serve solo per il contentino di una coppa che gratifica (bontà loro) solo una manciata di piloti, mentre rende il tutto una cosa indecifrabile, noiosa e per niente fruibile. E questo è solo un punto ...
Per i premi, non è necessario toglierli ad altre discipline (cosa anche difficile a fare) ma bisognerebbe ritornare al passato ed elargirli ai piloti gara per gara (con le giuste classi) e non accumularli per un'infinità di cose inutili.
E tra le cose inutili (e su questo so che non sei daccordo) le prime cose sono "la promozione", "gli investimenti mediatici" "le passarelle giocose di direttori, ispettori, osservatori, veline etcc.etcc.".
Cose molto in voga negli ultimi anni, ma che non hanno contribuito in nessun modo ad aiutare economicamente (ma neanche come mera gratificazione) quel centinaio di piloti che la domenica si ritrovano a voler dar sfogo alla loro passione.
Anzi, a conti fatti, servono solo a tenere alto il "budget" (per usare un eufemismo), che serve per "divertirsi", col risultato che la stragande maggioranza dei piloti disputa un paio di gare all'anno scegliendo quelle più vicine a casa.
Cosa vuoi che gli interessi che c'è la diretta (sei ore di trasmissione, detto tra noi, sono una vera palla ) su Rai 1?
Il suo (perchè di questo si tratta) portafogli è assolutamente insensibile ai mas-media, si commuove solo quando rinnova la licenza (la più costosa tra tutti gli sport), quando deve fare l'iscrizione ad una gara o quando deve smandellare tutto per un "aggiornamento" del regolamento...
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 14/07/2010 :  22:19:58  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
no no !! Sono d'accordo perfettamente con te! Le passerelle giocose di personaggi vari come dici tu sono una delle spese piu' grosse ed inconcepibili di una salita..
Torna all'inizio della Pagina

Giaur

3711 Messaggi

Inviato il 14/07/2010 :  22:41:05  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Sono perfettamente d'accordo.
Torna all'inizio della Pagina

pietris

10798 Messaggi

Inviato il 14/07/2010 :  22:50:42  Guarda il profilo di  Visita il Sito di pietris  Rispondi Citando
.... e con me siamo in quattro ad essere d'accordo.
Torna all'inizio della Pagina

Heart Break Kid

6284 Messaggi

Inviato il 14/07/2010 :  23:17:00  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Credo che tutti qui nel forum siano d'accordo!
Torna all'inizio della Pagina

Marco tutto salite

6525 Messaggi

Inviato il 15/07/2010 :  12:34:49  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Io ho sempre detto che i soldi li spenderei per dare un contributo sulla
tassa per i piloti cosi spendono di meno e ne vanno di piu' a correre,invece di spendere i soldi per cose e persone che non hanno nulla a che vedere con le salite.
Torna all'inizio della Pagina

Anyonello

1571 Messaggi

Inviato il 15/07/2010 :  13:08:59  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Anyonello  Rispondi Citando
"Più visibilità più sponsor" è uno slogan che nel campo pubblicitario non ha nessun fondamento pratico se non quello di servire da "specchietto per le allodole"-
Nel nostro specifico, negli ultimi anni ci si è sprecati per avere una maggior visibilità, abbiamo assistito alla tassa da pagare all'acisport, alla colletta tra organizzatori per avere qualche pagina in più su una rivista (sportautomoto), a vari metodi di dirette audio/visive, fino ad arrivare alla quota di iscrizione per il campionato.
Un buon gruzzolo (o se preferite budget) che bisogna riconoscere non ha portato a nessun incremento di gare né tanto meno di partecipanti, ne tanto meno un semplice "abboccamento" con qualche sponsor ma solo un aggravio di spese che qualsiasi direttore commerciale ci avrebbe rimesso la poltrona[: )]
Torna all'inizio della Pagina

Anyonello

1571 Messaggi

Inviato il 15/07/2010 :  13:12:56  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Anyonello  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di Marco tutto salite

Io ho sempre detto che i soldi li spenderei per dare un contributo sulla
tassa per i piloti cosi spendono di meno e ne vanno di piu' a correre,invece di spendere i soldi per cose e persone che non hanno nulla a che vedere con le salite.


Il problema è che stiamo parlando proprio dei soldi dei Piloti
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 15/07/2010 :  16:28:52  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
Ma infatti nel campo dello sviluppo mediatico delle salite sono stati sbagliati gli approcci, sono state fatte scelte sbagliate su tutta la linea.
C'e' l'impressione che l'unica cosa che interessa sia spillare via via soldi in piu' qua e la, vuoi ai piloti e vuoi agli organizzatori senza alcun costrutto ne' progetto.
Non posso ne' pensare ne tantomeno credere che all'interno del movimento motoristico sportivo ufficiale non ci siano persone esperte nel settore, altrimenti gli stessi sbagli vi sarebbero stati anche per i rally, per la pista o quant'altro.
L'impressione e' di una sottovalutazione delle salite da parte di chi fa queste scelte mediatiche e , passatemelo, una certa "ignoranza" (nel senso di ignorare come stanno le cose) da parte di qualche capo che poco se ne intende di pubblicita', tv, media ecc. ecc. e si affida a "santoni" di turno.
Ritorno a dire quello che ho gia' detto, le salite non sono il parente povero anzi! Se non altro per numero di tesserati, per numero di addetti al settore, in definitiva di piloti e' un settore "ricco" per la CSAI. Quindi prendono ma NON danno in proporzione.
Correggetemi se sbaglio...
Torna all'inizio della Pagina

Anyonello

1571 Messaggi

Inviato il 15/07/2010 :  20:53:11  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Anyonello  Rispondi Citando
Citazione:
Messaggio di dipsacus

...
C'e' l'impressione che l'unica cosa che interessa sia spillare via via soldi in piu' qua e la, vuoi ai piloti e vuoi agli organizzatori senza alcun costrutto ne' progetto.
...., le salite non sono il parente povero anzi! Se non altro per numero di tesserati, per numero di addetti al settore, in definitiva di piloti e' un settore "ricco" per la CSAI. Quindi prendono ma NON danno in proporzione.
Correggetemi se sbaglio...


Non sbagli affatto! purtroppo....
Appena nati come spazio Internet abbiamo pubblicato ( http://www.cronosprint.it/premi.htm ) una semplice statistica sui costi che gravano ai piloti e su quello che gli viene restituito, era un semplice esempio molto parziale perchè teneva conto delle solo gare CIVM escludendo tutto quello che si pagava per le altre gare (che allora erano tante ed anche affollate.
Si può facimente costatare che il Dare/Avere era "solo" del 13%.
Ma quel "solo" era riferito a gli anni precedenti dove la stessa percentuale era quasi il doppio (sempre poco per i miei gusti, negli anni '80 arrivava anche a sfiorare il 50% ),
oggi la proporzione porta a percentuali vergognose a calcolare.
Chi ha creduto nelle promozioni e nello sviluppo mediatico (e sono tanti .. si pensi al costo degli "Addetti Stampa" e i loro comunicati - vedi topic specifico), prima o poi si accorgeranno degli sbagli (economici) fatti, mentre sarà più difficile accorgersi di quelli, che io chiamo sportivi, ma che di fatto aiutano soltanto ad un allontanare tanti appassionati nelle Cronoscalate.
Certo, anche io preferisco che ci siano trasmissioni TV, articoli sui giornali e quanto altro, ma se questo è il prezzo preferisco ritornare a gli anni '60, con tanto Sport e meno baggianate.

Torna all'inizio della Pagina

CALIBRA16V

35274 Messaggi

Inviato il 17/07/2010 :  10:09:11  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
A mio parere occorre considerare :
-crisi economica + elevato costo tasse di iscrizione + premi in denaro di entità davvero "offensiva" per i vincitori di fine anno;
-concorrenza gare in circuito a basso costo(leggi monomarca e organizzazione di Peroni);
-diminuzione modelli omologati dai Costruttori;
-"tentativi" di trofei monomarca nella specialità totalmente abortiti;
-estrema difficoltà a reperire sponsors a fronte di una visibilità nulla o quasi sui "media" nazionali;
-assenza o quasi di "gemellaggi" tra organizzatori di gare della stessa area geografica per diminuzione tasse iscrizioni, ecc.
Torna all'inizio della Pagina

ArmaLetale

8303 Messaggi

Inviato il 17/07/2010 :  12:26:35  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
calibra al posto di sticchi x favore!!!

sono daccordo in tutto
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 19/07/2010 :  16:37:07  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
Calibra e Anyonello in coppia !!!
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 36  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint - © Cronosprint
Herniasurgery.it | Superdeejay.net | Snitz Forums 2000