CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Lotte di Classi
 PROTO .. che ...TIPI
 NORMA
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 60

superchallenge

142 Messaggi

Inviato il 08/01/2007 :  18:36:09  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Recentemente su giornali e/o siti del settore, ho trovato questo annuncio:

Norma Auto Italia s.r.l. vende n° due telai Norma M20 Evo 2005 CN2 con o senza motore, complete di ricambi, cerchi di scorta ed altro.

Ciao.
Riccardo Ragazzi
Torna all'inizio della Pagina

n/a

2826 Messaggi

Inviato il 08/01/2007 :  21:27:09  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
E non è mica una novità, sono i telai della scorsa stagione, mi sembra normale.
Per quest'anno arrivano i nuovi telai, speriamo solo che siano pronti in tempo utile, che Santos si dia da fare in tempo, sennò questa volta vado veramente a Lourdes (la Norma è lì a pochi Km), ma prima passo a dargli un calcione nel didietro tanto poi mi confesso....
Torna all'inizio della Pagina

dalmata7

116 Messaggi

Inviato il 14/01/2007 :  22:50:46  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
sennò questa volta vado veramente a Lourdes (la Norma è lì a pochi Km), ma prima passo a dargli un calcione nel didietro tanto poi mi confesso....

__________________________________________

Salve,vedi che Santos non e' stato molto bene,problemi seri,quindi propabile ritardo.A Lourdes vacci,ma a pregare.......

GRP
AMICI DEL DALMATA7
Torna all'inizio della Pagina

n/a

2826 Messaggi

Inviato il 15/01/2007 :  10:42:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Si, lo so, la mia era una battuta, ma l'anno scorso li ha fatti tribolare parecchio.
E ho il massimo rispetto per Santos che ho avuto modo di conoscere personalmente assieme al suo simpaticissimo e bravo ingegnere.
Torna all'inizio della Pagina

Gianni T

192 Messaggi

Inviato il 28/01/2007 :  17:17:00  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Un saluto a tutti gli amici del forum, è da un pò di tempo che non ci sentiamo ma solo perchè il lavoro ce lo ha impedito. Vi confermo che ci ripresenteremo anche quest'anno nel Campionato Prototipi in pista, verosimilmente con due macchine ed una terza ( tutte nuove a norma crash ) durante l'anno. I piloti ve li posso confermare solo tra qualche giorno ma credo che non vi saranno grandissime novità se escludiamo il calabrese Depasquale, deciso ad inseguire un campionato più tranquillo com'è quello della Clio organizzato da Peroni. E' molto probabile che si faccia pure qualche uscita all'estero nelle prove del VdeV a cominciare dall'ultimo week-end di febbraio dove saremo in pista a Magny Cours assieme a tutti i pritagonisti di quel campionato.
Per quanto riguarda la salita abbiamo avuto molti contatti durante l'inverno ma francamente, con i prezzi stracciati che girano sul mercato, noi non possiamo permetterci di fare concorrenza. Preferiamo allora concentrare le nostre forze in pista con l'obbiettivo di puntare subito in alto, fin dalla prima gara di Adria del 1 aprile.
Venite a seguirci in tanti, abbiamo in serbo delle grandi sorprese per voi......
Torna all'inizio della Pagina

n/a

2826 Messaggi

Inviato il 28/01/2007 :  19:02:39  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
FINALMENTE!!!!
La Norma esce dal letargo!!!
Dai, teneteci informati sugli sviluppi!!
Quello che mi fa pensare è il fatto dei "prezzi stracciati" che ci sono in giro a riguardo delle sport da salita, sarà la concorrenza delle monoposto che preoccupa?
Forza che quest'anno il CIP è "nostro"!!!!
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 29/01/2007 :  12:42:29  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
Certo capisco le esigenze di budget ma.......
che ritorno ci puo' essere il correre in un CIP con un parco partenti certamente non folto,di fronte a poche decine di spettatori e con una presenza sui media certamente minima e comunque non superiore alle salite?
Nelle salite invece gli spettatori si contano a migliaia.
La sola Erice registra in una edizione presenze di pubblico in numero superiore ad almeno 3/4 intere edizioni di CIP (!!!) dove, a parte meccanici ed addetti ai lavori..... c'e' il deserto.....).
Una Norma ufficiale nel CIVM sarebbe un investimento che potrebbe dare nel medio ma anche nel breve periodo un enorme ritorno di immagine e quindi anche economico.......

Della serie: meglio provare a piazzare 10 norma cn2 a prezzi bassi che 2 norma per il CIP a prezzo pieno......
Oppure OSELLA fa troppa paura?

Modificato da - dipsacus il 29/01/2007 12:44:21
Torna all'inizio della Pagina

legal prof

5753 Messaggi

Inviato il 29/01/2007 :  15:27:46  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Bravo dipsacus!
Non solo ad Erice, ma anche in tante altre cronoscalate, e non solo in Sicilia, di pubblico ce n'è sempre di più IN UNA SOLA GARA rispetto a quello presente in pista IN TUTTE LE GARE (F.1 e mondiale turismo escluse, ovviamente!) dei vari campionati...
Nelle corse in circuito odierne, in Italia si gareggia solo per gli addetti ai lavori e le tribune sono ovunque desolatamente vuote!
Non capirò MAI le ragioni per le quali si investe in pista (dove una sola gara costa quasi quanto un intero campionato in salita...) e non nelle cronoscalate, ma forse, come ho scritto in un altro topic, la nozioni di economia che conosco ed insegno ai miei alunni sono errate e sono io che sono fuori dal mondo!
Tuttavia le case che gareggiano ed investono nei rallies (specialità nella quale, come nelle salite, il pubblico è sempre strabocchevole...) questo lo hanno capito ed allora, forse, non sono solo fregnacce le conoscenze di economia, marketing etc. di cui sono in possesso e che trasmetto ai discenti!
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 29/01/2007 :  18:29:48  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
Caro Legal vedo che ci capiamo.
Io faccio il direttore di una piccola filiale di banca e da venti anni mi occupo di aziende, di economia finanziaria, di alterne fortune industriali, di buone e cattive scelte aziendali.
Combatto spesso con l'ignoranza media sia degli imprenditori ma anche spesso con l'ignoranza delle stesse banche che spesso non sono in grado di capire la bonta' o meno di certi interventi finanziari.
Una cosa pero' ormai l'ho capita: senza investimenti non si va avanti. E , scusate tanto, ma credo che provare a vendere una Norma a prezzi economici e' sicuramente un investimento azzeccato.
Cercare un margine del 50 o piu' per cento (e per questo vendere un paio di pezzi...) e' ormai fuori mercato e soprattutto anacronistico.
Che senso ha investire in un campionato prototipi su pista che, anche se fosse in splendida forma, ingrande rilancio, in grande crescita (e non e') non potrebbe che recepire se non poche auto della stessa marca? (per intendersi potrebbe mai la Norma pensare di piazzare piu' di 5/6 auto ai suoi prezzi anche appunto nella migliore ipotesi?).
Ed invece il mondo delle salite, oltre che un superiore appeal di pubblico, ha potenzialita' notevolmente superiori. Ormai possiamo ben dire che, fra prototipi, formula ed e1 di gran valore e potenza (alla Molinaro per intenderci), si possono contare sicuramente ben oltre i cento potenziali acquirenti, contro i venti (venticinque?) potenziali della pista.......
Ed allora guadagnare il 50 per cento su due macchine e' preferibile che guadagnare magari un 15 su 15 auto?
Naturalmente no!
Ma tanto questo non viene capito!
E non e' un problema solo della norma anzi!
Mi viene in mente ad esempio una fiat che fa una pessima figura alla parigi dakar con la nuova panda 4x4, una pessima figura preceduta pero' da investimenti enormi quanto andati male..... Mentre potrebbe avere un maggior ritorno se solo avesse voglia ad esempio di investire un decimo di quanto speso per la dakar in un trofeo panda ad esempio sulle nostre salite. Fra l'altro salite dove proprio la panda vive in genere la sua quotidiana vita da piccola auto di tutti i giorni....
Ah se solo i costruttori si rendessero conto che proprio le salite potrebbero essere di nuovo il fulcro dell'automobilismo come lo sono state negli anni sessanta..... anni d'oro quando le casea ufficiali provavano le nuove soluzioni proprio nelle salite ancor prima che in pista.
Eppure un Montezemolo se lo dovrebbe ricordare.....lui che ne ha fatte di salite!!!
Torna all'inizio della Pagina

n/a

2826 Messaggi

Inviato il 29/01/2007 :  22:15:52  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Io non sono ne direttore di banca e tantomeno insagnante di economia, ma vorrei fare alcune piccole considerazioni.
Mi fa specie che mi si porti ad esempio le banche, le quali di investimenti fanno solo quelli garantiti al 100 per 100 e non hanno MAI finanziato nessuno se il rischio di impresa supera il 15 per 100.
Forse se al posto di sedere dietro una scrivania bancaria o dietro ad una cattedra provaste a dover gestire un impresa nascente forse l'atteggiamento cambierebbe assai...
Secondo voi aspirare a vincere un campionato italiano prototipi non vale proprio nulla per una piccola realta che si è affacciata da due anni nel mondo delle competizioni italiane?
Non ci vedete ritorno di immagine se uno dice che ha vinto in pista, visto che il termine è conosciuto da tutti, anche dai non addetti ai lavori, piuttosto che dire che abbiamo partecipato alle gare in salita?
Ho fatto una piccola indagine personale sulla conoscenza di questi termini, e quando ho parlato di Trento Bondone, di Rieti Terminillo, del termine corsa in salita, la maggioranza non sapeva di cosa si trattasse, chiedendomi se fossero dei rally, termine abbastanza conosciuto.
Quando ho parlato di Monza, Imola, tutti hanno capito cosa intendevo, seppur legandolo alla F1 o al motomondiale.
Allora, dove vanno le vostre teorie di marketing?
Provate qualche volta a mettervi in prima persona nel contesto di chi impegna capitali, tempo e passione in un progetto INTERAMENTE autofinanziato e con questo termine ho detto tutto.
Dispacus, prova ad aiutarli attraverso la tua banca, magari con un finanziamento a fondo perduto tanto per incoraggiare un azienda perchè investa sulle gare in salita.
Torna all'inizio della Pagina

J.B.Fender

2651 Messaggi

Inviato il 29/01/2007 :  23:58:09  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Se chi ha investito in mezzi nuovi...noleggia in salita...con le tariffe che "corrono" oggi...dura da Natale a S.Stefano....a meno che non sia coperto da sponsor pesanti o sostenuto da aiuti esterni agevolati.
Non ci piove, nonostante le tribune che fan miseria, la pista ha tariffe che permettono di ammortizzare perchè un campionato CIP ha sempre un certo peso e c'è chi è disposto a spendere o a sposorizzare di più.
Veloce ha fatto un'analisi molto cruda ma che farebbe qualsiasi imprenditore: un'azienda, specialmente nelle prime fasi, non può permettersi di prendere le cose alla leggera ed il CIP è una strada obbligata.
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 30/01/2007 :  00:54:26  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
non mi avete capito anzi non mi sono fatto capire.
Il discorso e' piu' profondo.
Innazitutto se leggete bene io critico proprio le banche per una certa miopia nel finanziare le idee. E lo sbaglio che fanno non sta solo nel fatto di ricercare le anche doverose garanzie ma nel fatto che, anche a parita' di garanzie, non sono in grado di capire la bonta' di un progetto.
Sul discorso dei costi delle case vi invito a non paragonare i problemi delle piccole scuderie o dei piloti singoli che hanno giocoforza problemi di budget dai progetti e dalle possibilita' che invece hanno case automobilistiche vere e proprie quali anche la Norma e'.
Sta anche nelle stesse case automobilistiche far capire agli sponsor che c'e' piu' ritorno ad investire nelle salite piuttosto che in pista .
Osella vedo che ci crede nelle salite (pur con altri tipi di problemi e di errori, non voglio ora fare paragoni), altre case non meno importanti invece no. Anzi vedo la volonta' di "appiccicare" un paio di costosissime vetture a un paio di danarosi piloti che ancora riescono a convincere qualche sprovveduto sponsor che e' meglio investire in una gara a Imola di fronte a 4 gatti (ma certo i nomi di Imola, Monza ecc. fanno colpo ...), piuttosto che ad una Trento Bondone che magari ha 20 o 30mila spettatori assiepati dall'alba ad aspettare la gara...
Ed ora ripeto la mia critica: alle banche ed alle case che, allo stesso modo, non riescono a tradurre le loro idee i loro progetti in qualcosa di piu' ampio respiro, di piu' lunga durata.
Certo sono discorsi che non si esauriscono in alcune righe di forum ed anche io ho semplificato al massimo. Di certo non difendo le banche!!!!
Torna all'inizio della Pagina

legal prof

5753 Messaggi

Inviato il 30/01/2007 :  00:54:27  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Sarà pure come dite voi, ma io rimango della mia opinione: nelle corse su strada la gente è presente in loco, in pista si conoscono i risultati solo per sentito dire o per aver letto inserzioni pubblicitarie autocelebrative su riviste specialistiche...
Comunque, ognuno investe i suoi soldi come gli pare, ci mancherebbe, ma i costi in pista sono infinitamente, macroscopicamente, sideralmente più elevati rispetto che in salita e su questo non ci piove!
Torna all'inizio della Pagina

dipsacus

3857 Messaggi

Inviato il 30/01/2007 :  01:00:22  Guarda il profilo di  Visita il Sito di dipsacus  Rispondi Citando
vedo che io e legal prof abbiamo inserito una risposta praticamente ad un secondo di distanza!!!!!!
concordo con lui sui costi infinitamente inferiori delle salite e se cosi' e' (perche' cosi' e') cosa vuol dire?
Che ci sono molti che preferiscono spillar soldi agli sprovveduti piuttosto che pensare in modo piu' moderno e guardare di la' dal proprio naso.
Se un Enzo Ferrari avesse avuto la miopia di certe case che si definiscono "moderne", a quest'ora forse il nome Ferrari significherebbe solo una buona casa di spumanti........
Torna all'inizio della Pagina

n/a

2826 Messaggi

Inviato il 30/01/2007 :  10:06:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Signori, se c'è qualcuno che "spilla soldi" a sprovveduti e non queste sono le banche, non certo le scuderie come la Norma Italia.
Loro hanno, come ho già detto, fatto un tipo di scelta, forse in questo periodo anche obbligata, visto che sono competitivi in pista ed evidentemente in questo settore ci sono anche piloti disposti a spendere.
Il giorno che avranno forza sufficente per "regalare" le vetture da salita sicuramente lo faranno, ricordiamoci che sia Gianni che Alberto vivono per le salite!!!
Vorrei aggiungere che la Norma M20 costa infinitamente meno di un Osella, e malgrado la buona prestazione di De Biasi al Bondone 2006, nessuno si è presentato per fare con loro un programma.
Evidentemente i piloti preferiscono investire su un rottame di Osella di 4 o 5 mano piuttosto che fare un programma serio con una Norma.
E di Osella dietro alla Norma M20 in salita ne arrivano parecchie....
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 60 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina CronoForum - Il Punto Di Discussione Sulle Cronoscalate - Cronosprint - © Cronosprint
Herniasurgery.it | Superdeejay.net | Snitz Forums 2000